I colori della corte Raynor | Freccia

I colori della corte

Tre blog, un tema, tre citazioni e tre deliri

Tema scelto da Anna

Una cosa che Vimes aveva imparato da giovane guardia gli affiorò nel cervello. Se devi guardare lungo il fusto di una freccia dall’estremità sbagliata, se un uomo ti ha completamente alla sua mercé, allora l’unica cosa che puoi sperare è che quell’uomo sia malvagio. Un malvagio, infatti, adora il potere, il potere sulle altre persone e vuole vederti terrorizzato dalla paura. Vuole che tu sappia che stai per morire. Risulta quindi incline a parlare. A gongolare. Vuole vederti contorcere. Tende a prolungare il momento dell’uccisione come un altro uomo cercherebbe di prolungare la vita di un ottimo sigaro. E così devi sperare che il tuo aguzzino sia un uomo malvagio. Un uomo buono ti ammazzerà senza dire una singola parola.

-Terry Pratchett

Io prima o poi devo riuscire a leggere i romanzi di Pratchett… mi viene un dolore fisico ogni volta che legge le sue citazioni e so di non avere avuto ancora la possibilità di recuperare lui o Gaiman.

Comunque, dobbiamo parlare della citazione ed eccola qua. Non so voi, ma a me è venuto in mente:

“Non c’è cattivo più cattivo di un buono quando diventa cattivo.”

Da bambina ci misi una valanga di tempo a capire cosa volesse dire, poi è diventata una delle mie preferite. E ogni volta che leggo o guardo una storia in cui una persona buona diventa cattiva, bè… sento Bud Spencer dire questa frase.


Quale saranno le citazioni di Anna e Alice? Andate a vedere!


Seguitemi anche sul mio nuovo canale Telegram!

Puoi trovarmi anche

6 pensieri su “I colori della corte Raynor | Freccia

  1. Pingback: I Colori della Corte Raynor – Freccia – Alice Jane Raynor

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...