Flashforward – missione 2 (8)

Banner Wattpad


Karga indice [Araldica][Flashforward][blog]

Seaport, visitatori notturni

Beatrix e Pandora videro la figura scomparire nell’oscurità, entrando in una specie di portale. Riconobbero il debole incantesimo di teletrasporto che il visitatore aveva usato per sparire. In fretta e furia controllarono la stanza, trovando tutto in ordine.«Ma cosa… perché?» chiese Beatrix.

«Non ha fatto in tempo a frugare, l’urlo di Blitz ci ha svegliate e lui è scappato», rispose Pandora.

«Non questo, cosa voleva? Non era un ladruncolo, era un uomo addestrato. Cosa cercava da due avventuriere in una locanda?»

«Non lo so. Il petalo?» Fece una pausa. «Facciamo stare zitto l’idiota?» Pandora aprì la porta e vide la Naiade parlare con Blitz cercando di calmarlo.

«… e poi era lì! Mi guardava e rideva! Un incubo!»

«Che succede? Smettetela di urlare o sveglierete tutta la locanda!»

Blitz si scagliò su Pandora, artigliandole le spalle con lo sguardo sconvolto. «Era nello specchio! Kalad’ur! Mi parlava e rideva! Era inquietante!» Aveva gli occhi sgranati dal terrore. Pandora lo trascinò dentro, prima che attirasse troppo l’attenzione. Nel frattempo, Beatrix era saltata sul tetto davanti alla finestra per cercare qualche indizio sul loro ospite inatteso.

«Che fa?» chiese la Naiade preoccupata.

«Dopo. Fammi capire, Blitz. Ti sei svegliato dopo una sbronza e hai visto Kalad’ur nello specchio. A quel punto ti sei messo a urlare per la locanda, rischiando di svegliare tutti. Cosa non torna in tutto questo?»

Blitz guardò Pandora con lo sguardo perso nel vuoto e, per un momento, pensò che avesse ragione. Finché non rivide il volto pallido di Kalad’ur nello specchio dietro Pandora.

«Eccolo!» urlò puntando il dito. Pandora si girò. C’era solo lei riflessa assieme a Blitz.

«Tu sei ancora preso dalla sbornia», esclamò esasperata.

«Nulla, sparito nel nulla. Niente tracce, niente residui di nessun tipo. Non ci resta che sbarrare tutto e tornare a dormire, dubito si rifaccia vivo stanotte», sussurrò Beatrix rientrando in stanza.

«A cosa ti riferisci?» chiese la Naiade.

«A un visitatore notturno che abbiamo avuto. Non credo che tornerà stanotte. Domani parleremo con gli altri, non ha senso svegliarli ora», rispose Beatrix.

«Visitatore? Cosa voleva?»

«Chi lo sa. Forse pensava avessimo qualcosa che non abbiamo. Tu che avevi invece?» disse Beatrix rivolgendosi a Blitz. Il ragazzo sembrava sconvolto ed esclamò più a se stesso che agli altri: «Sto diventando matto…»

Finalmente i due uscirono dalla stanza, permettendo alle ragazze di tornare a dormire.

«Di certo non ci annoieremo stando con loro», concluse Pandora.

***

Nella quiete della sua stanza, Blitz pensava a ciò che era successo. La storia che stava vivendo era strana, molto strana. Inizialmente lo aveva intrigato molto, tuttavia aveva iniziato a temere di essere invischiato in una situazione più grande di lui, troppo più grande di lui. Karga era una cittadina nota per l’Unione dei Draghi e, nonostante fosse sorta da poco, era diventata un centro molto importante. Si chiese anche perché non avesse mai sentito parlare di quel Kalad’ur. All’apparenza era un vampiro molto forte, forse anche antico. Cosa ci faceva a Karga? Come avevano fatto a imprigionare anche lui? Quelle domande sembravano avere un’unica risposta: una rete di intrighi così articolata da tessere situazioni pericolose, di cui non era certo di voler sapere la verità. Se fosse morto, non avrebbe comunque avuto il tempo di scrivere la storia della maledizione. Si impose di dormire, temeva che il giorno dopo sarebbe stato pesante e aveva bisogno di rimanere lucido, soprattutto dopo la sbornia.

***

La mattina seguente il gruppo si era riunito nella stanza delle due amiche. Toruk e Darkbolt sembravano essersi ripresi, non era chiaro se fossero andati in camera o se avessero dormito tutto il tempo al piano di sotto, tuttavia sembravano parecchio attivi per essere mattina.

«Grande capo, che facciamo?» chiese Pandora seduta sul letto a gambe incrociate.

Toruk era seduto a terra con la schiena appoggiata al letto. «Io sarei il capo, ora?»

«Bè, magari non il capo, ma almeno la guida. Dobbiamo decidere cosa fare: la missione ci chiedeva solo di indagare, ma io dico di andare a esplorare queste grotte prima di far passare troppo», esclamò Blitz.

«È probabile che ci chiedano di esplorare le grotte quando torneremo?» chiese Beatrix.

«Sì. In ogni caso posso inviare prima un messaggio a Karga per indicargli dove siamo, poi possiamo partire per le grotte. Non sono molto lontane da qui. Voi avete tutto il necessario?» Annuirono tutti. «Bene, facciamo colazione, poi andrò alla gilda dei maghi per avvisare Karga e partiremo appena sarò tornato.»

***

Kalad’ur si starà davvero prendendo gioco di Blitz o è solo la sbornia?

Come sta proseguendo? Vi sta piacendo? Nel prossimo capitolo tornerà un po’ d’azione^^


Karga tasti [Araldica][Flashforward][blog]Karga successivo [Araldica][Flashforward][blog]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...