Flashforward – missione 2 (10)

Banner Wattpad


Karga indice [Araldica][Flashforward][blog]

Seaport, le grotte

Avanzarono caute, ascoltando ogni rumore e stando attente a non farne. Ogni loro movimento era lento e misurato, sincronizzato coi loro respiri. Per molti minuti non sentirono altro che il canto degli uccelli e lo zampettio di piccoli animali sulle foglie, quando sentirono qualcuno ridere sommesso. Era una voce rauca e non umana, quasi animalesca. Oltrepassati alcuni alberi, apparvero davanti a loro due umanoidi. Altri bugbear erano di guardia all’ingresso di una grotta. Pandora fece un cenno a Beatrix indicando l’entrata di una caverna posta proprio dietro i due esseri. Tornarono indietro per avvisare gli altri.

«Bugbear? Il nostro nemico deve avere un feticismo per gli orsi», ironizzò Blitz.

«Ci pensiamo noi, non abbiamo problemi. Voi state qui», rispose Pandora, felice di poter finalmente fare qualcosa di concreto.

«Da sole?» esclamò la Naiade preoccupata.

«Non credo che avranno particolari problemi, sono sopravvissute finora da sole», si intromise Kramer, stanco di dover ripetere sempre l’ovvio alla nuova arrivata.

«D’accordo, ma…» Beatrix mise un dito sulle labbra della Naiade e le sussurrò: «Noi andremo da sole a occuparci delle guardie. Voi resterete qui.»

«Come desiderate», obbedì la Naiade.

Blitz osservò la scena incuriosito. Qualcosa era successo tra loro. Aveva già avuto il dubbio prima, ora ne aveva la certezza: la Naiade rispondeva agli ordini di Beatrix. Kramer, Toruk e Darkbolt non parvero stupiti, ma, se per i due fratelli poteva essere che non se ne fossero accorti, il guerriero platinato appariva di certo più incuriosito.

Le due ragazze sparirono di nuovo nella foresta e caute tornarono dai bugbear, nascoste dalle piante a qualche metro di distanza. «Uno vivo?» sussurrò Pandora e Beatrix annuì, indicando se stessa.

Ogni spasmo, ogni respiro, ogni battito di ciglia venne memorizzato per concedere loro di trovare il punto cieco e la zona più esposta alle loro lame. Si divisero, cercando di accerchiarli, non staccando mai gli occhi dalle loro prede. Scattarono assieme: i due banditi neanche le videro arrivare. Pochi attimi uno dei due cadde a terra con la katar conficcata nel cuore, l’altro si trovò un pugnale puntato alla gola e una mano sulla bocca, impossibilitato a muoversi. Seguì inerme le indicazioni della ragazza che lo spinse a inginocchiarsi. Venne legato e imbavagliato. Beatrix andò a rovistare nel cadavere, mentre Pandora tornò indietro ad avvisare gli altri. Quando riapparve con gli altri, per terra erano disposti diversi oggetti, tra cui due corni, delle spade e alcune frecce mal costruite.

«Le lame sono di fattura misera e le frecce ne ho viste di migliori tra i giocattoli dei bambini. Non hanno altro addosso», sussurrò Beatrix prima che gli altri potessero chiedere qualunque cosa. Darkbolt sembrò incuriosito da qualcosa. Si avvicinò cauto e prese uno dei corni, che osservò con attenzione. Era molto semplice, senza particolari fronzoli o decorazioni. «Posso tenerlo io questo?»

Gli altri annuirono, stupiti dalla domanda. Non era un oggetto prezioso e rivenderlo non avrebbe costituito chissà quale guadagno da dividere per il gruppo. Non sapevano quanto se ne sarebbero pentiti in seguito.

Beatrix guardò i suoi compagni d’avventura e si soffermò su Kramer. Il ragazzo provò una sensazione strana a sentire quegli occhi gelidi su di sé, sembrava che lo stessero osservando come si fa dal macellaio.

«Riesci ad allontanarlo dalla grotta? Così vediamo se riusciamo a interrogarlo senza che dia l’allarme.» Kramer si sentì sollevato a quelle parole. «C-certo.» Sollevò il bugbear che tentava di liberarsi e si inoltrò nella foresta, seguito dagli altri. Quando furono abbastanza lontani, Kramer lo lasciò cadere a terra.

«Bene, bene. Se ci tieni alla vita, devi dirci qualcosina. Hai capito?» sussurrò Pandora avvicinandosi al mezzo orso che annuì.

La Naiade era stupita dalla minaccia di Pandora. Non aveva provato altri approcci e temeva che sarebbe passata alla tortura. «Ehi, aspetta! Cosa stai…» provò a replicare, ma venne interrotta da Kramer che le si parò davanti e la spinse lontana dal prigioniero, mettendo qualche albero tra loro e la scena.

«Lascia fare a quelle due. Credo che siano più esperte di te nell’interrogare i prigionieri.»

«Stai scherzando?» lo affrontò la Naiade. «Non lo sta interrogando, lo sta minacciando

Kramer era stupito da quella reazione. «Credi che basti chiedergli: “per favore, puoi dirci com’è formato l’interno della grotta?”»

«No, ma…»

«Ma nienteNon capiscono altra lingua che la violenza, sono banditi e mercenari, non trattarli con riguardo.»

«Ma non è umano trattarli a quel modo!» La ragazza lo guardò negli occhi. Erano molto chiari, quasi trasparenti. Li trovava inquietanti, avevano quasi lo stesso colore dei suoi capelli bianchi.

«A parte che no, loro non sono umani, trattarli in modo diverso non ci farà ottenere le informazioni che ci servono. Ora stai buona, che a reagire saresti sola contro quattro», concluse Kramer.

La Naiade abbassò lo sguardo, sentendosi impotente. Era vero. Era sola in un mondo incivile. Tornarono indietro e videro Pandora parlare con Beatrix, il bugbear era stato legato all’albero.

«Che succede?» chiese Kramer.

«È stato più facile del previsto», gli rispose Pandora. «Ha vuotato il sacco subito, i mercenari sono così poco leali.»

Kramer ragionò se fosse il caso di esprimere i suoi dubbi, ma alla fine la curiosità ebbe la meglio. «Ma tecnicamente, non lo siamo anche noi?» Beatrix alzò le spalle in risposta. «Comunque, cos’ha detto?»

«In realtà, niente. Non conosce chi lo sta pagando, e potevamo aspettarcelo, ma il petalo si trova dietro una porta chiusa magicamente da due chiavi che sono a loro volta protette da mostri», riportò Beatrix.

«Quindi torniamo indietro alla grotta?» domandò Kramer.

Pandora annuì. «Sì, andiamo. A questo punto non ha senso dividerci, entriamo tutti assieme.»

Darkbolt parve riprendersi in quel momento e annuì in direzione di Pandora, tutta la sua attenzione era catalizzata dal corno.

***

Cosa ci farà Darkbolt con il corno? Finora il ragazzo è stato calmo e pacato… ma sarà davvero quello il su carattere?


Karga tasti [Araldica][Flashforward][blog]Karga successivo [Araldica][Flashforward][blog]

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...