Recensione | Legacy of Darkness ~ Il respiro del diavolo

La seguente è la recensione del secondo libro di una trilogia. Contiene, per forza di cose, rivelazioni del primo volume. Per quanto io cerchi di diminuirle al minimo, risulta molto difficile quando devo parlare di un seguito!

Autore: Miriam Palombi
Edizione: Digitale e Cartaceo
Casa editrice: Dark Zone
Link: Amazon – Dark Zone

Trama:

Il pentacolo è stato riaperto. L’antico ordine segreto è stato ricostituito. Liza, Edward, Cheveyo, Dimitri e Tyron hanno scoperto tra le mura di Stone Temple House una realtà inattesa. Saranno costretti ad accettare la loro natura, a scendere a patti con i propri demoni e fronteggiare la prima vera battaglia sotto la guida di Galahad. Ma chi è veramente quell’uomo dal volto segnato da cicatrici di un lontano passato? Riuscirà a condurre tutti loro alla salvezza? In gioco non c’è solo la vita o la morte ma la possibilità di dannare per sempre la propria anima.

La storia riprende esattamente da dove si era interrotta: la porta segreta si apre e finalmente scopriamo cosa nasconde! Uno studio in cui sono raccolti e protetti manufatti pericolosi, legati al paranormale. L’obiettivo del Pentacolo è quello di eliminare le minacce e tenere celati quei segreti che è meglio non divulgare. Ammetto di amare questa tematica, davvero tanto. I cinque nuovi membri iniziano a conoscersi e sembrerebbero andare d’accordo, forse Raven ha un po’ più di difficoltà ad ambientarsi, almeno questa è stata la mia impressione. Scopriamo inoltre che il Pentacolo ha rapporti con Scotland Yard, che passa all’associazione quei casi considerati “Non convenzionali”, come ad esempio un prete e una suora che muoiono per quella che appare essere “combustione spontanea”. I due sembrano essere collegati da un libro in grado di evocare il male, il signore delle mosche, il maligno.

In questo secondo volume, scopriamo anche che non si tratta davvero di steampunk, ma più di un futuro, quanto remoto non saprei dirlo. Di questa società sappiamo che la Nuova Tecnica punta a creare la perfezione e molti esseri umani sono stati modificati per migliorarsi, ma non tutti sono d’accordo a questa marcia (quasi) forzata al progresso…

Ci vengono svelati in parte i misteri di Galahad e di Mordred, ma il nostro viaggio nel mondo creato da Miriam Palombi non termina qui e non tutte le risposte sono state date…

 

Passiamo ora all’analisi più tecnica. Il libro è lungo più o meno come l’altro, si legge davvero in poco, ma il quantitativo di informazioni e narrazione presenti lo rende decisamente una bella storia da leggere. Le caratteristiche sono più o meno quelle dette nel primo articolo, quindi un tipo di descrizioni molto cinematografiche e un registro linguistico uniformato un po’ su tutti i personaggi.

Purtroppo, in un paio di punti mi sono impantanata, chiedendomi cosa ci fosse di “sbagliato”. In realtà niente, solo che a volte il narratore interno si prende alcune licenze da esterno. Vi faccio un esempio pratico. Un personaggio sorveglia una zona e ripensa alla situazione. A un certo punto, vengono descritti gli occhi dell’uomo, cosa non propriamente possibile, perché senza specchio non potrebbe vederseli. In ogni caso, sono piccolezze e minuzie che, come al solito, non inficiano sulla lettura. Se il registro linguistico dei personaggi è simile, non lo è però il modo che hanno di rapportarsi al mondo. La scienziata, il vampiro, il licantropo, lo sciamano e il maori hanno le loro abitudini e vi affezionerete a ognuno di loro. Io ho una piccola predilezione per Dimitri e Galahad, per ora.

La storia non è ancora terminata, manca (mi pare) l’ultimo volume per completare le avventure del Pentacolo.

Il libro è consigliato agli amanti del dark, dell’horror e dell’urban fantasy!

 

Conoscete la serie? Vi ispira la lettura? Avete letto i due volumi? Scrivetemelo qua sotto!

 


Della stessa autrice

Legacy of Darkness – Il pentacolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...