Un parere | Divergent series, seconda parte

ALLERTA SPOILER

Voglio mettere in luce le debolezze del film a livello di trama. Vi svelerò quindi i colpi di scena del film. Siete avvisati.

Se amate Divergent, questa analisi non fa per voi.

Non insulterò le persone a cui piace, il piacere personale deriva da meccaniche complesse che racchiudono molte variabili, alcune anche estremamente private. Se vi è piaciuto, buon per voi. 


Nel secondo film vediamo i fuggitivi vivere tra i pacifici, vi salto le dinamiche banalissime che si creano (intrepidi e pacificisti assieme, tradimenti, fughe rocambolesche). Vi giuro che non succede nulla fino a più o meno la fine: Quattro e Triss si rifugiano dai Candidi, dove sono costretti a dire la verità a causa di una sorta di siero che viene loro iniettato.

Triss sotto siero della verità rivela di aver ucciso non solo un suo compagno e amico, ma anche i genitori.

Peccato che anche qui abbiamo una debolezza di trama. È vero che lei ha sparato all’amico, ma era una situazione di vita o di morte (o lei o lui) ma non ha ucciso i suoi genitori, al massimo ha causato la morte del padre. La madre è stata uccisa mentre scappavano, il padre mentre cercavano di infiltrarsi tra gli eruditi. Tuttalpiù avrebbe potuto dire “non sono riuscita a difenderli”. Ricordiamoci che è sotto siero della verità, non è la sua coscienza a parlare. In ogni caso, la scenetta serviva solo a far perdere a Cristina la fiducia in Triss. Giusto un momento.

La notte successiva, i candidi vengono attaccati, si rifugiano dagli esclusi dove (sopresa!) si scopre che la madre di Quattro è viva.

In tutto questo il fratello di Triss (che aveva scelto gli eruditi) se ne torna dagli abneganti, un tizio tradisce (se ve lo state chiedendo, sì. Lo stesso di prima. E lo farà ancora e ancora), sempre lo stesso tizio fa capire alla capa degli eruditi che: “Ehi! Ma io controllo gli intrepidi grazie a un chip!” perciò costringe tipi a suicidarsi, Triss non lo può permettere e si consegna. E abbiamo passato un’ora di film.

Torniamo alla scatola, il maggiore dei nosense.

Erudito=scienziato=logica, ricordatelo.

Questa benedetta scatola è stata lasciata dagli antenati. Può essere aperta solo superando tutte le prove delle fazioni e solo un divergent può farlo.

Gli antenati vi lasciano una scatola che solo un divergent può aprire e gli scienziati sono convinti che i divergent siano un pericolo.

Vi lascio stare tutto il pezzo in mezzo, in ogni caso Triss viene liberata grazie al traditore (che tradisce di nuovo, stavolta gli eruditi) e, invece di prendere la scatola e tentare di aprirla da sola, Triss decide di aprirla lì. Sì, sembrerebbe che la tattica militare non sia un corso insegnato tra gli intrepidi.

Supera l’ultima prova e scopriamo che… gli antenati cercavano un divergente (ma non me lo sarei mai aspettato).

Vi salto tante altre piccole sottigliezze: capo erudita muore, madre di Quattro prende il potere. Avete già capito immagino che succede nel tre.

PS: avevo saltato la parte del chip. In ogni caso, dopo la prova avevano iniettato ai nuovi intrepidi un chip per il controllo mentale, che sui divergent non funziona. Gli anziani… be’, sembra che siano tutti corrotti, dal primo all’ultimo.

A domani con la terza parte.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...