La Rinascita – Speciale di Natale

Li avete chiesti. Volevate un ritorno. E io faccio la “cattiva”. Niente seguiti, solo un breve tuffo nel passato. Questa storia è un piccolo prequel alla Rinascita, potrebbe perciò essere di difficile comprensione per chi non conoscesse la principale.

Questo è il mio regalo di Natale per Shio76, peccato che problemi al pc mi hanno impedito di postarla prima.

La neve cadeva leggera oltre la finestra, creando una spessa coperta che nascondeva i colori e annullava i suoni. Il bambino, però, era più interessato al vecchio pugnale smussato appoggiato sul comodino. Gli ricordava sempre sua promessa, il suo giuramento e ciò lo irritava maggiormente. Era arrabbiato e triste allo stesso tempo a causa di una litigata col fratello maggiore.
«È tutta colpa sua» disse Terence sdraiandosi sul letto e distogliendo lo sguardo da quell’oggetto. Continua a leggere

Il primo background di Belial

Questa è la primissima bozza della storia di Belial, la prima che mandai al master insomma.
Mancano tantissimi particolari che sto aggiungendo nell’altra versione.
Vi pubblico questa così che possiate gustarvi dopo una piccola chicca che sto preparando^^
Oh, Crystal\Pandora, a cui ho accennato solo alla fine, in realtà è un’amica d’infanzia.

Io sono Belial Prima, figlia secondogenita del re di Rayt, erede di quello che nel mio regno è chiamato “Il Secondo Trono”. L’erede al trono della terra è mio fratello maggiore, Daimon Prima, sono io l’erede al trono del cielo, colei che nel regno detiene il secondo potere più importante. Il mio regno è difeso da una divinità minore in nome del quale il regno fu creato: Rayt. Continua a leggere

Epilogo

Darien finì di allacciare il bracciale sinistro e prese l’altro, iniziando a trafficare con le cinghie. Sembrava che quel particolare vestito fosse pieno di accessori, ma il ragazzo continuò con estrema tranquillità a prepararsi. Terence, al contrario, aveva ancora bisogno d’aiuto e stava aspettando che il fratello finisse per poi passare ad aiutarlo. Del resto Darien aveva indossato quegli abiti più di frequente rispetto al fratello minore da quando Kalad’ur era tornato al trono.
Continua a leggere

Capitolo 19 ~ Belial


La piccola cittadina era illuminata a giorno dalle fiamme che la stavano divorando, affamate di oggetti preziosi, ricordi di vite massacrate dallo Squadrone in ascesa. Il nero cavallo camminava per le strade ricolme di fumo e cenere. Il suo cavaliere era diretto nella casa dei governanti dove il suo luogotenente Dragan stava subendo numerose perdite. Arrivato si rese conto che l’esercito e la resistenza si erano uccisi a vicenda. Guardò la porta distrutta Continua a leggere

Capitolo 18 ~ Tashka


Cathrine attendeva nascosta, abbastanza vicina per vedere, ma abbastanza lontana per non essere vista. Belial le aveva raccomandato più volte di non reagire di impulso, di trattenersi e di concentrarsi solo sul suo obbiettivo. Qualunque cosa fosse potuta succedere, lei avrebbe dovuto badare a Isy. Ognuno aveva il suo compito, se avesse fallito, Isy avrebbe rischiato la vita. Mantenere l’attenzione alta era difficile quando qualcuno a cui tieni ha appena perso la vita. Cristoph l’avrebbe pagata, non aveva importanza per mano di chi, ma l’omicida di suo fratello, e ora di suo zio, non l’avrebbe passata liscia. I soldati si stavano mettendo in posizione, preparandosi a una probabile battaglia, e si affiancarono ai loro compagni, come già tante volte avevano fatto in addestramento. Gli abitanti guardavano la scena sul palco, impauriti e incuriositi allo stesso tempo, inconsapevoli di quel che stava avvenendo in realtà. Aveva visto Kara e Darkbolt correre all’interno del castello subito dopo la morte di Asteri e ora ne stavano uscendo insieme con Isy, Terence, Gabriel e Toruk. Astrid ce l’aveva fatta. Toccava a lei prepararsi per il finale. Continua a leggere