Spiaggia a settembre

Io, Alice Jane Raynor e Omnilegent riapriamo la rubrica sui Punti di Vista in cui scriviamo qualcosa partendo da un punto di vista speciale.

Tema

Una spiaggia a settembre

Le persone diminuiscono. Se ne vanno, poco per volta, e lasciano solo la quiete. Fa sempre più freddo, qualcuno resta e prende il sole, ma sono sempre meno. Fa un po’ ridere, c’è chi ancora va in giro in costume e coraggiosamente si butta nelle mie acque, mentre altri si coprono, chi con l’asciugamano chi rimanendo vestito.

Continua a leggere

Un pomeriggio su Venere

Raynor

Tema: Pomeriggi

Dopo secoli, eccomi di ritorno con un nuovo racconto. Lo trovo un po’ legnoso, ma del resto a essere legnoso è il\la protagonista. Ho cercato di non dare una connotazione fisica o sessuale al personaggio, l’ho mantenuto volutamente sul vago.

C’è una novità di cui devo parlarvi, però. Ci ho pensato a lungo (un anno forse) perché l’idea di spostare le recensioni sul mio sito non mi ha mai convinto a pieno. Quel sito deve parlare di me, di quel che faccio… quindi ci sarà un’inversione di marcia, probabilmente… le recensioni saranno riportate qui, mentre il mio sito resterà solo per quanto riguarda le mie creazioni. Perciò il racconto lo trovate sul locurto.it!

Fatemi sapere cosa ne pensate e cosa scegliereste di fare voi al posto di Carrington!

Continua a leggere

Scrittura | Il ricevente

Scusate, ogni tanto mi perdo… continuo a scrivere e poi non pubblico, tipo questo articolo scritto ormai diverso tempo fa.

Dopo aver riflettuto sul perché si scrive, adesso riflettiamo sul perché è importante sapere a chi ci rivolgiamo. Voi ci pensate mai quando scrivete?

Perché è importante il target del nostro scritto? Ne parliamo oggi.

In questo articolo, ci siamo chiesti perché l’uomo sente il bisogno di comunicare, oggi ci soffermiamo sul come. 

Abbiamo visto che si comunica perché dobbiamo manifestare e risolvere un bisogno. Per comunicare necessitiamo dunque di tre oggetti:

L’emittente;

Il messaggio;

Il ricevente.


continua

Creare una mappa: Inkarnate

Penso che questa serie di articoli sulle mie disavventure le chiamerò così. Perché sì, finalmente ho finito il grosso della struttura, in linea di massima ho finito il world building principale, ho la trama dei vari libri e ora mi sono messa a strutturare effettivamente la storia. Finalmente, direi. Sì, certo, finché non ti rendi conto che le cose non funzionano già dai primi momenti.

Continua a leggere

Corsi e stili di scrittura

Ho avuto una discussione particolare in questi giorni, online. Questa persona aveva chiesto pareri su un estratto1 in prima persona al presente, una delle tecniche più difficili in assoluto. 

Questa persona scriveva frasi molto semplici, mancava totalmente di ipotassi, anzi difficilmente andava oltre la costruzione “soggetto-verbo-complemento”, non era assolutamente in grado di scrivere un testo in prima persona al presente, ma si era impuntata. Il testo avrebbe giovato di una trasformazione in terza2.

Continua a leggere