Ce la posso fare… forse

Ogni volta che penso “dai, ho quasi finito” escono fuori problemi

Ho davvero un sacco voglia di iniziare a scrivere, ma se inizio senza aver finito lo schema mi bloccherò di nuovo. Lo so, è matematico. Quindi con calma e pazienza proseguo, poi mi blocco anche con il progetto.

Succede quando c’è qualcosa che non capisco, un errore che colgo a livello inconscio ma che non vedo. E quindi si rilegge.

Continua a leggere

Trasformare un gioco in un romanzo

Come ho detto, vorrei parlare un po’ di più di quel che faccio, oltre che a qualche recensione rapida o pareri veloci.

Quindi, oggi volevo parlarvi della difficoltà di trasformare una campagna GDR in storia, o meglio, dei passaggi che sto effettuando.

Sapete, io sono una plotter (ho letto che veniamo chiamati anche planner, che trovo più appropriato). Per chi non lo sapesse, prima di iniziare a scrivere, pianifico. Chi ha letto le mie storie sa che sono complesse, se non avessi una dannata base di partenza impazzirei. E, soprattutto, se non avessi un finale.

Continua a leggere

Scrittura | Altri racconti brevi

Precedente

Passa il tempo e la campagna termina. Io sento di voler scrivere FF, voglio dare vita alla mia Beatrix. Ma sono persa. Deve uscire bene e iniziano le ricerche. A parte qualche eccezione, i nostri personaggi derivano da altre opere, ma io non voglio una fanfiction crossover visto che con quei personaggi hanno poco a che spartire (ricordate Draco studioso e Harry principe? Ecco).

Continua a leggere